E’ Miiio!!! …il teatro – 2021/2022

Rassegna domenicale per bambini e genitori

ORE 16.00

Scarica il programma in PDF

BIGLIETTI Adulti e bambini € 3
BIGLIETTERIA – il giorno di spettacolo dalle ore 15.00 – nelle serate di programmazione cinema
L’ACCESSO IN SALA È REGOLATO DALLE NORME MINISTERIALI PER IL CONTENIMENTO DEL COVID-19:
Verrà richiesta agli utenti di età superiore ai 12 anni l’esibizione del Green Pass (Certificazione Verde COVID-19) per accedere agli spettacoli E’ inoltre necessario: • presentarsi muniti di mascherina • la disinfezione delle mani • mantenere la distanza di un metro per l’accesso alla biglietteria

12 dicembre 2021 – IL SOGNO DI TARTARUGA una fiaba africana Regia: Andrea Lugli Con: Liliana Letterese, Andrea Lugli, Nicola Zampieri Musiche: Nicolaj Prokofiev Collaborazione alla parte narrativa: Roberto AnglisaniTartaruga fece un sogno. Sognò un albero che si trovava in un luogo segreto. Sui rami dell’albero crescevano tutti i frutti della terra: banane, datteri, noci di cocco, meloni, miglio, patate dolci, manioca e tanti altri. Tartaruga raccontò il suo sogno agli altri animali, ma tutti risero. “E’ solo un sogno”, dicevano. “No”, replicò Tartaruga,” sono sicura che esiste davvero. Andrò da Nonna Koko e lei saprà dirmi dove cresce”. “Aspetta! Andrò io, tu sei troppo lenta!”, disse la scimmia. E si mise in viaggio. I protagonisti sono gli animali della savana, rappresentati da pupazzi animati a vista. Le musiche sono eseguite dal vivo su ritmi e strumenti africani, con tutta la loro carica di energia, capace di coinvolgere gli spettatori di tutte le età.

26 dicembre 2021 – VITA E AVVENTURE DI BABBO NATALEda Vita e avventure di Babbo Natale di L. Frank Baumuna produzione Bam!Bam! Teatrodi e con Roberto Maria MacchiIn una foresta incantata, abitata da fate e folletti, una bellissima ninfa accoglie e si prende cura del piccolo Claus. Nei lunghi inverni, il piccolo, si diverte ad osservare gli animali del bosco e gli abitanti della foresta, fino a quando inizia a riprodurne le loro forme nel legno e nell’argilla. Quando scopre che uno dei suoi giochi ha contribuito a suscitare gioia nel cuore di un bambino, Claus, ormai cresciuto, decide di dedicare la sua vita a far sorridere i bambini di tutti i villaggi con i suoi semplici doni.Ak, Signore delle Foreste che protegge i boschi e le sue creature, ci introduce in chiave fantastica la figura di Claus, meglio conosciuto come Santa Claus: scopriremo i segreti del Natale, tutti i simboli che sono entrati a far parte dell’immaginario collettivo – come l’albero, le calze appese, la slitta e le renne – ma soprattutto scopriremo tantissimi segreti sulla vita di Babbo Natale! Rivivremo la magia dell’atmosfera natalizia riportandoli in una dimensione fantastica, dove il mondo naturale e quello umano sono strettamente connessi e dove sono i piccoli gesti a fare la differenza.


6 gennaio 2022 – STORIE DI LUPI Di  Alberto De Bastiani e Giovanni TrimeriBurattini e Pupazzi realizzati da Michele Callegher e Jimmi DaviesPoveri lupi, bastonati e maltrattati sempre affamati ed evitati da tutti.Ma sono proprio così cattivi? Fanno così paura?Di sicuro non sono molto fortunatiVi ricordate di quel lupo che bussò alla porta dei tre porcellini? PoverinoE di quello che incontrò nel bosco Cappuccetto Rosso? Brutta giornata quella..Ma finalmente anche il lupo potrà dire la sua, raccontarci queste storie in prima persona, darci la sua versione dei fatti.Burattini, pupazzi, narrazione e musica dal vivo sono gli ingredienti usati per raccontare due famose favole e parlare in modo semplice e divertente di rispetto della diversità.


16 gennaio 2022 – LA BATTAGLIA DI EMMA di Monica Mattioli e Monica Parmagnaniregia: Monica Mattioli e Monica ParmagnaniPiccolo viaggio, poetico e divertente, nel mondo del conflitto a uso di piccole donne e piccoli uomini perché siano protagonisti nel futuro di stupefacenti mondi di pace.Emma, una cuoca provetta, impastatrice votata a render benessere ai palati e non solo, si ribella fermamente, a ciò che per lei è contro natura, a ciò che non ha senso nell’ esistenza degli uomini, a ciò che di più codardo non c’è: la guerra.Si ribella al re che la propugna con la superficialità dei potenti. Si rifiuta di cucinare cibo ai soldati che stanno per partire nuovamente. Il tavolo della cucina dov’essa lavora, diventa strumento di evocazione della memoria, palcoscenico della narrazione della sua storia, che rianima la vicenda di due popoli: i Giallotti e i Verdolini che inizialmente vivono in accordo e che poi sono indotti a distruggersi reciprocamente.Nella storia s’insinua una maga “la Maga Tubazza” che con il suo animo inquinato si appresta ad inquinare gli animi altrui: la maga bella ma priva della capacità d’ascolto, non può tollerare che due popoli convivano, in armonia, senza confini e vendette e condividano le ricchezze della terra.Emma Giallotti, cuoca del re, non solo narra, ma rivive le emozioni della tragedia: l’amore negato fra due bambini che si erige a simbolo della crudeltà della separazione fra gli adulti, l’esaltazione folle e irrazionale della guerra, la frustrazione amara ed inconsolabile per i suoi danni e delitti.Le materie e gli strumenti del suo lavoro si animano, mischiandosi, azzuffandosi, dividendosi e riconciliandosi, con poesia, amore e rabbia, facendo della cuoca Emma una testimone irridente e passionale, capace anche di fare, delle follie e della stupidità umana, una storia divertente.


6 febbraio 2022 – BON VOYAGE ideato, scritto, diretto e interpretato da Alessandro Larocca e Andrea Rubertiscenografia Adamo De Vecchi Un luogo immaginario senza tempo, treni che partono e che arrivano, sbuffi di vapore di vecchie locomotive, gente in movimento, tutto ci riporta ad una stazione. Ecco comparire due personaggi che trasportano carrelli pieni di valigie, sembrano due facchini un po’ surreali e clowneschi, tra sfumature visionarie si srotolano gag e situazioni divertenti, portandoli a costruire e a distruggere il loro lavoro in modo irrazionale. Tra partenze, arrivi e impazienti attese, entra in scena un baule dalle grosse dimensioni, un oggetto curioso dove si entra per sparire, per poterne uscire trasformati, si smonta e si rimonta, momenti comici e grotteschi, un gioco perfetto come solo i clown sanno fare riuscendo a coniugare oggetto scenico e corpo dell’attore in totale armonia. Un viaggio da sommare ai molteplici viaggi della vita, quindi…. Bon Voyage….


20 febbraio 2022 – LA BELLA FIORDALISO E LA STREGA TIROVINA La Fata Tirovina, è una fata cattiva, insomma, una strega, ma è ormai vecchia e i suoi incantesimi malvagi non funzionano più, così deve pensare qualche altro sortilegio per rovinare la vita alla figlia del Re. Ricorre all’aiuto di due briganti pasticcioni, di un uccello del malaugurio. L’aiuto maggiore dovrebbe arrivare dalle risposte dello specchio magico, ma questi si è aggiornato e la strega non riesce a connettersi. La perfida Tirovina si rende conto così di essere vecchia, superata e di non saper stare al passo con il tempo che vive di tecnologie in continua evoluzione e di prodotti genuini, biologici, certificati. Altro che mela avvelenata! Nata dalla collaborazione con il poeta Giovanni Trimeri, nel ricordo e nell’insegnamento delle più belle fiabe dei fratelli Grimm, la storia si snoda tra colpi di scena e gag della ricca tradizione del teatro di burattini. Una storia con i vestiti della tradizione, ma il ritmo e le complessità della vita di oggi, in cui perfino i briganti hanno aggiornato le loro richieste di riscatto aggiungendo, al “solito” malloppo in oro, anche dei particolari beni di consumo.


6 marzo 2022 – L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA Due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pranzetto a tutti i bambini e di spiegare loro i segreti dei cibi più buoni e della loro realizzazione.Ma uno dei due, molto sbadato, ha comprato solo una pagnotta e una mela… come faranno i nostri cuochi a preparare un pasto per tutti?Così, tra una ricetta un po’ speciale e divertentissimi numeri di clownerie, i due iniziano un viaggio fantasioso all’interno dei cibi, fino ad entrare nel pane dove incontrano un buffo omino – l’Omino del pane appunto – che abita nella pagnotta e che non vuole saperne di farsi affettare. Tra gag e pantomime, musiche divertenti e interazioni con il piccolo pubblico, i due cuochi-clown scoprono che questi magici omini abitano anche nelle mele, nelle banane, in tutti i frutti, in tutti i cibi più strani e accompagnano i bambini nel mondo del cibo alla scoperta dei mille segreti contenuti in tutti gli alimenti.